giovedì 8 agosto 2013

Spring Breakers - Una vacanza da sballo

Titolo Originale: Spring Breakers
Regia: Harmony Korine
Sceneggiatura: Haromny Korine
Produttori: Jordan Gertner, David Zander, Chris Hanley, Charles Marie - Anthonioz
Interpreti: Selena Gomez, James Franco, Ashley Benson, Rachel Korine, Vanessa Hudgens
Anno: 2012
Nazionalità: USA
Durata: 93 min. ca

Faith, Cotty, Candy e Britt sono quattro amiche di college che annoiate dalla vita universitaria decidono di recarsi in Florida per il famoso "break di primavera". Una volta arrivate li, le quattro ragazze enrteranno in un tunnell di eccessi composto da sesso, droga e alcool e vi incontreranno anche un losco spacciatore soprannominato "Alien" il quale le spingerà sempre più verso comportamenti estremi e molto pericolosi, comportamenti che porteranno a gravi conseguenze.
 
 
Visto che tutto il web ne parla di continuo e in modo molto lusinghiero, ho deciso anche io di recuperare questo famigerato "Spring Breakers" e sinceramente non capisco come si possa elogiare tanto una simile minchiata.
Perdonatemi, ma in questo film non funziona nulla e per nulla intendo nulla perchè non funziona come film di denuncia, non funziona cinematograficamente perchè a mio avviso è messo in scena piuttosto male, la sceneggiatura non scorre, il montaggio che vorrebbe essere scatenato e psichedelico come la vicenda che viene narrata è in realtà blando e monotono e il cast l'ho trovato molto piatto: le quattro troiette sono solo irritanti, ma non nel modo giusto perchè credo che sulla carta l'intento del regista fosse quello di far provare antipatia e disagio nei confronti delle quattro ragazze e delle azioni di cui queste ultime si rendono protagoniste, io invece ho provato antipatia solo per il fatto che ste ochette fossero solo un quartetto di attorucole che provavano a scimmiottare modelli stereotipati; anche James Franco, attore che di solito apprezzo, quì non mi è minimamente piaciuto, il suo personaggio è squallido e patetico, quando si mette a suonare il piano e cantare si tocca il fondo e il suo scimmiottare i "veri" gangster strappa più di un sorriso finendo per essere veramente un personaggio comico involontario.
Il film poi vorrebbe essere estremo e spingersi oltre per mostrare il degrado in cui vivono oggi i giovani americani, quindi sarebbe lecito aspettarsi veramente scene spinte e scorrette e invece il sesso è ridotto al minimo, non viene mostrato nulla che un cinepanettone di De Sica non mostra già, ovvero tette e culi oliati, poi vi sono un paio di scenette in cui le ragazze sniffano e fumano le canne, cose che si vedono tranquillamente nei vari "American Pie" e poi nada.
Non conoscevo questo Harmony Korine, ma da quello che si dice di lui in giro sembra essere un regista che non va per il sottile e che fa film che sono un pugno nello stomaco dello spettatore, almeno così ho letto, beh come ho detto non ho visto nessun altro dei suoi film, ma con "Spring Breakers" l'unica cosa che colpisce sono le palle dello spettatore visto il dilagare della noia che aleggia per tutta la pellicola e che mi ha causato più di uno sbadiglio.
Dulcisi in fundo il finale, che è veramente quanto di più stupido e irreale abbia visto in un film negli ultimi minimo cinque anni e questo non fa che confermare il fatto che il regista non aveva idea di cosa stesse facendo perchè non mi puoi fare un film che ha la pretesa di far riflettere il pubblico, di denunciare una tragica e squallida realtà  quindi di mettere in scena il "vero" e poi mi fai vedere, SPOILER per chi non l'ha visto, due ragazzine mezze nude con un cervello forse più vuoto di quello di Belen che irrompono tranquillamente nella villa di un gangster e massacrano, con una professionalità che manco i mercenari di Barney Ross posseggono, un'intera banda di criminali spacciatori, suvvia.
Forse sono io che non capisco un cavolo, come dicevo giorni fa chiacchierando nel blog del mio amico Dae, magari i gusti della gente son cambiati e io non ci sto più dietro, ma francamente rimango basito nel leggere tante critiche positive su sta stronzatella, stronzatella che se non erro è stata presentata anche alla mostra del cinema di Venezia...
Boh, io proprio non capisco.
 
 

18 commenti:

  1. sul finale effettivamente bisogna soprassedere perchè è poco credibile...a mio parere funziona a tratti e comunque anche io non ho avuto la folgorazione per questa pellicola...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eh eh dire ke il finale è poco credibile è un eufemismo, mi aspettavo l'arrivo dei mercenari da un momento all'altro XD

      Elimina
  2. Oh, finalmente.
    Che io quando ho letto da più parti "cult generazionale" mi stavo sentendo male. Come scrissi all'epoca della mia recensione sarà che son troppo vecchia per certe stronzate ma davvero, faccio fatica a comprendere l'entusiasmo generato da questa pellicola.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eh eh allora siamo in due a essere vecchi XD
      La cosa che più mi da sui nervi oltre al fatto che sta cazzata è sopravvalutata al massimo è che l'idea di base era buona, l'argomento interessante, ma è stato sviluppato malissimo.

      Elimina
  3. Io in tutte le critiche che hai fatto ci visto il vero intento di Korine, e il suo riuscire a denunciare la stupidità e superficialità dei giovani d'oggi e i loro falsi miti. Mi ha conquistato, anche grazie alla fotografia videoclippara e alla colonna sonora, certo, il finale sembra troppo irreale anche a me, ma lo promuovo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si sulla carta l'intento era sicuramente quello di fare un film di denuncia, ma un film come questo secondo me denuncia ben poco o cmq denuncia male, la fotografia videoclippara poi è un ulteriore punto a sfavore della pellicola, ma qui è un mio parere personale dato che mal sopporto lo stile videoclipparo.
      Il finale è assurdo e anche stupido a mio avviso

      Elimina
  4. Io l'ho trovato ottimo! Comunque è il film più "commerciale" (solo all'apparenza, perché è tutto l'opposto, anche se può sembrare furbetto) di Korine. Gli altri sono film sperimentali e sconnessi, ma non per questo meno lucidi e validi. Gummo è ottimissimo. Ma se non piace il genere meglio soprassedere! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. probabilmente gli altri che ha diretto potrebbero piacermi, ma questo era brutto sotto ogni aspetto

      Elimina
  5. Visto metà. Aspetto di vedere la fine, ma non mi sta convincendo molto...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ah beh la fine si passa dalla padella alla brace

      Elimina
  6. Stroncatura coi fiocchi, non c'è che dire :) posso capire perfettamente il tuo punto di vista, anche se non concordo con assolutamente nulla di quello che hai scritto. Credo che l'idea di scimmiottare sia alla base della pellicola, quella di estremizzare una realtà perfettamente plausibile (e così che si comportano i giovani d'oggi) rendendo il tutto grottesce e ludico. Viodeoclipparo proprio nel modo in cui si tende a far passare la realtà e nel modo in cui forse passa nella mente dei giovani (o almeno, questa è l'impressione che ho io lavorando con ragazzi molto giovani). Guardando il film ho provato un raro senso di disgusto, ho avvertito il vuoto che Korine vuole mettere in scena. Anche quel finale è volutamente non realistico, quasi la simulazione di un videogioco. Il personaggio di Franco l'ho trovato volutamente irritante, volutamente atto a scimmiottare una realtà gangsta da video rap. Insomma, credo che il film possa benissimo fare schifo ma allo stesso tempo funzioni cinematograficamente parlando.
    Un saluto e complimenti per il blog.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie x i complimenti :-)

      Sul film però l'ho detestato xkè mi è sembrata na gran paraculata, cioè il regista vuole mettere in scena il disagio e il vuoto giovanile, ok, ma doveva farlo in modo diverso, è troppo comodo dire "ho fatto il finale esagerato volutamente" quando un attimo prima mi dici "voglio rappresentare la realtà in cui vivono i giovani e farvi vedere cosa posson fare" le giovani scemette che nella realtà sono sicuramente simili a quelle del film, non riuscierebbero mai da sole con le pistole in mano a disintegrare una banda di gangster spacciatori, ma poi il finale è la cigliegina sulla torta, uno dei tanti difetti.
      Del film salvo però Ashley Benson che oltre a essere l'unica del gruppo di oche che sapeva recitare era anche la più gnocca :-P

      Elimina
    2. MA non si tratta di rappresentazione, si tratta proprio di esagerazione, Korine è così. Il finale è esattamente l'esasperazione del reale attraverso il videogioco (cosa che dicono le ragazze nella rapina iniziale: facciamo come fossimo in un videogioco) comunque ci sta che questo modo di fare cinema non piaccia. A questo punto vorrei che tu vedessi Gummo solo per avere un'altra recensione cattiva come questa :D

      Elimina
    3. Gummo, da quel poco che ho visto da youtube invece potrebbe piacermi perchè mi pare veramente estremo e sporco come piace inoltre ho dato un occhiata alla soundtrack che vanta anche alcuni pezzi black metal, da buon metallaro quale sono, è sicuramente una cosa che apprezzo

      Elimina
  7. Come già sai io l'ho trovato sorprendente, ricco di sfumature che vanno ben oltre l'apparenza.
    Per me uno dei migliori film "generazionali" dell'anno insieme a Noi siamo infinito.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Noi siamo infinito non l'ho visto, anzi devo ammettere che non l'ho mai sentito nominare, ma è uscito di recente???

      Boh a me sto film mi è parsna na presa per il culo enorme, un film proprio antipatico e spocchioso che vuole essere quello che non è.
      Proverò a recuperare altro di sto Korine, ma per adesso...uhm....

      Elimina
  8. come ti dicevo per me è un grandissimo film, davvero sorprendente!

    leggo che sei appassionato di metal... bene bene...credo proprio che andremo molto daccordo!! YEAH!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il metal è la mia seconda ragione di vita e a tal proposito, sono un grande fan di Rob Zombie e ho apprezzato molto Le streghe di salem, qui nella blogsfera in diversi lo hanno ingiustamente criticato, ok non sarà tra i suoi film più belli ma è molto interessante e coraggioso.
      Se non erro tu ne parlasti bene nel tuo blog

      Elimina